Milano, (askanews) - Un'edizione forte di un quadro economico migliore del previsto e di un calendario di 6 giorni pieni: Milano Moda Donna torna dal 25 febbraio al 2 marzo con le sfilate autunno-inverno 2015-2016. Mario Boselli, presidente Camera nazionale della moda italiana. "Il 2014 ha chiuso piuttosto bene con un aumento del 3,7% a oltre 60 miliardi di fatturato. Le previsioni per il 2015 sono buone, anche migliori di quelle che avevamo indicato a inizio d'anno, perchè il cambio euro-dollaro è estremamente favorevole".Al centro degli eventi c'è la città: per l'ultima Fashion Week prima di Expo si confermano location prestigiose come Palazzo Reale e Palazzo Clerici. Cristina Tajani, assessore alla politiche del lavoro, moda e design del Comune di Milano: "Spesso la moda è vista come evento esclusivo, per pochi, lo sforzo fatto dalla città anche durante il semestre di Expo è renderla fruibile a tutti, cittadini e visitatori".Il calendario prevede 68 sfilate, 76 presentazioni e 151 collezioni. Grande spazio è dato ai giovani, che aprono e chiudono: il 24 febbraio al Teatro Vetra sfilano i 4 vincitori del concorso Next Generation, il 2 marzo i 4 designer del progetto "Designers powered by Camera Nazionale della moda italiana". Per Expo è previsto un calendario di eventi extra per raccontare ai visitatori cosa succede dietro le quinte delle sfilate, che si aggiunge all'apertura della nuova sede della Fondazione Prada e al museo Armani. Il Ceo di Camera della Moda, Jane Reeve: "Stiamo lavorando con i nostri soci per raccogliere una serie di eventi "Behind the scenes" che raccontano la parte nascosta della moda".