Milano (askanews) - Una settimana per fare di Milano la capitale mondiale dell'architettura. E' stata presentata l'edizione 2018 della Milano Arch Week, la manifestazione diretta da Stefano Boeri che proprio lo stesso presidente della Triennale ha pensato come polifonica.

"Quello che distingue l'evento di quest'anno anche rispetto alla settimana dell'anno scorso - ha detto l'architetto - che pure era stata importante e di grande successo, è proprio il coinvolgimento di istituzioni differenti e di associazioni, comunità di cittadini, voci diverse, che hanno trasformato una programmazione che l'anno scorso era prodotta sostanzialmente da Politecnico, Triennale e Comune in un concerto di voci".

Dal 23 al 27 maggio nel capoluogo lombardo convergeranno alcuni dei più importanti architetti del mondo: da Jacques Herzog a Bjarke Ingels. E la parola chiave - futuro - è stata pronunciata anche dall'assessore alla Cultura di Milano, Filippo Del Corno.

"Spesso un'iniziativa come la Milano Arch Week - ha detto in conferenza stampa - non solo registra l'esistente, non solo lo descrive e analizza, ma progetta il futuro, lo prospetta, lo richiama, lo prova a immaginare. E io credo che sia un elemento cruciale anche per capire in quale maniera oggi le istituzioni culturali oggi possono giocare un ruolo da protagonista all'interno dello sviluppo sociale di una comunità".

La manifestazione è promossa dal Politecnico di Milano, dal Comune e dalla Triennale, in collaborazione con la Fondazione Feltrinelli.