Milano (askanews) - Dopo le notizie di tante chiusure anche illustri, a Milano apre una nuova libreria indipendente per dare spazio a una visione diversa dell'approccio alla letteratura e alla cultura più in generale. Si tratta di Verso, una libreria con bar e spazio incontri, in corso di Porta Ticinese. A immaginarla un gruppo di amici, tutti con diverse esperienze, nel vasto ambiente editoriale, guidato da Andrea Gessner, amministratore delegato di Nottetempo edizioni. "A Milano - ci ha detto - hanno chiuso molte librerie che io ho molto amato e mi sono detto che bisognava prendersi la responsabilità a un certo punto, a una certa età, di realizzare un progetto come questo".Un progetto che prevede 12mila titoli su due piani, un ampio spazio per bambini e una selezione di autori di grande spessore. "Questa libreria - ha aggiunto Gessner - ci dà la possibilità di creare degli ambienti un po' diversi, con un unico filo conduttore che è quello dell'accoglienza. Io vorrei che chi viene qua si trovasse un po' come in un salotto di casa, si trovasse un po' come in una casa accogliente con dei libri, dei libri da poter acquistare".Le vetrine di Verso, che è diretta dallo scrittore Davide Mosca, si affacciano su una delle vie più frequentate di Milano, e proprio la città, con il suo momento di grande autoconsapevolezza, ha giocato un ruolo importante nella nascita della nuova libreria. "C'è molta voglia di inventarsi cose nuove - ha concluso Gessner - c'è molta voglia di non stare ripiegati su se stessi a lamentarsi delle cose che vanno male".