Roma, (TMNews) - Meteoriti di Marte e della Luna in mostra al Palaexpo di Roma. Fa effetto il quasi poter toccare queste pietruzze fuse dal calore dell'atmosfera arrivate dallo spazio e raccolte nelle teche del Museo di Mineralogia dell'Università 'La Sapienza' di Roma.Questi ammassi di minerali, spesso leghe che gli uomini hanno scoperto solo recentemente e con fatica, non brillano di solo fascino extraterrestre. Possono infatti avere un valore commerciale molto elevato."Le meteoriti - ha spiegato Michele Macrì, curatore dell'Area Scienze della Terra del Polo Museale della Sapienza e curatore della mostra - hanno un mercato di collezionisti molto attivo.Ci sono collezionisti disposti a spendere cifre molto elevate per il privilegio di far vedere e toccare ai propri amici un pezzetto di Luna o di Marte esposto nel proprio salotto. Nella mostra ci sono questi frammenti, ma anche meteoriti molto rari o dalla storia curiosa. Come il meteorite che ad Urbino è precipitato sulla casa di una signora sfondandole il tetto. Sembra che alcuni collezionisti abbiano offerto anche 100 mila euro ma la signora abbia preferito tenerselo, dando a noi un frammento che abbiamo esposto qui a Roma. In generale parliamo di valori che a secondo della storia o della provenienza, possono andare da pochi centesimi al grammo fino a molte migliaia. Un frammento di Luna, ad esempio, può arrivare anche a 10-15 mila euro al grammo.Al Palaexpo non ci sono solo pezzetti di Luna: "La mostra - ha aggiunto Macrì - racconta l'importanza scientifica dei meteoriti per conoscere il nostro sistema solare, il nostro pianeta. Possiamo vedere una pioggia meteoritica, ma ci sono anche uno dei due più grossi meteoriti caduti in italia. E tutti questi affascinanti oggetti sono accompagnati da pannelli multimediali che ne spiegano le implicazioni scientifiche".Quando si parla di meteoriti, inevitabile andare al catastrofismo hollyvoodiano. "A oggi non abbiamo nessuna notizia certa di uomini uccisi da un meteorite. Si narra di un cane ucciso nel 1911. Abbiamo notizia di due feriti, di una macchina colpita. Ma tutto quello che ci dice Hollyvood che ogni 6 o 7 anni un meteorite ci dovrebbe colpire, per fortuna non s'è ancora mai verificato. Anzi, tanto per tornare alla macchina colpita, possiamo dire che il proprietario del veicolo è stato molto fortunato perchè nel web si sono trovati frammenti del fanalino dei fari venduti anche a 500 dollari l'uno, mentre la macchina è stata comprata da un collezionista di meteoriti".La mostra "Meteoriti. Quando lo spazio comunica", visitabile fino al 2 novembre 2014, è un'esposizione della collezione di meteoriti del Museo di Mineralogia della Sapienza, una delle più importanti al mondo. Ideata dal Polo Museale Sapienza, in collaborazione con l'Azienda Speciale Palaexpo, la mostra è stata realizzata grazie alle competenze dei ricercatori e ai materiali conservati nel Dipartimento di Scienze della Terra dello stesso ateneo.