Roma, (askanews) - Matteo Maffucci, componente degli Zero Assoluto e appassionato di Urban Art, di cui si occupa per "Il Fatto quotidiano", si schiera a favore di Blu, lo street artist che il 12 marzo ha cancellato dai muri di Bologna le sue opere per protestare contro una mostra sulla street art organizzata in un museo da Genus Bononiae. "Penso che Blu abbia fatto benissimo. Stiamo parlando di uno degli artisti in assoluto più difficili da descrivere in Italia, forse quello che si tiene più a distanza da una serie di logiche commerciali. Quello che ha fatto lo capisco, è nella sua linea editoriale: lo trovo assolutamente legittimo. Le opere di street art sono pubbliche, destinate alla gente, quindi prenderle e chiuderle in altri luoghi, in altre zone, non è questo il motivo per cui è nata la street art. La street art è proprio questo, l'essenza vera, l'essenza pura".