Roma, (TMNews) - Marco Ponti torna 12 anni dopo Santa Maradona con "Passione Sinistra", commedia romantica che prende in giro e supera la vecchia dualità tra destra e sinistra, nelle sale dal 18 aprile. Un film "grillino" , come ha spiegato lo stesso regista: "Il film - ha sottolineato Ponti - appunto racconta che questa dualità qui è totalmente da superare e io credo che Beppe Grillo abbia detto chiaro e tondo che il mondo sta andando in una direzione diversa, l'ha detto sia a chi è d'accordo con lui e sia a chi non è d'accordo con lui". Nina (Valentina Lodovini) e Giulio (Alessandro Preziosi) si incontrano per caso. Lei idealista e di sinistra, lui ricco e arrogante. L incontro-scontro tra i due farà esplodere una passione inquietante, sinistra appunto. "Anche se lei e il padre non saranno mai d'accordo sulle cose - ha detto Ponti - comunque il figlio potrà andare a prendere qualcosa lì e qualcosa là ed è quello che auspico possa accadere a questo paese, ma anche a me stesso, di essere così lucido da prendere il bene delle cose". Nel cast anche Gepi Cucciari, Eva Riccobono nei panni della bionda svampita Simonetta, il seduttore Bernardo, che ha il volto del bel Vinicio Marchioni, alias il Freddo di "Romanzo Criminale". "Devo dire che è una soddisfazione enorme sentire le persone che ridono liberamente e intelligentemente auguriamoci, per una cosa che hai fatto tu. E da questo punto di vista sono contentissimo di avere conosciuto Marco che mi ha aiutato moltissimo in un territorio che non è prettamente il mio".