Parigi (askanews) - Il mondo onirico di Marc Chagall era strettamente legato al teatro e alla musica. L'artista ha infatti creato numerose scenografie durante la sua carriera che ha attraversato buona parte del secolo scorso, alcune delle quali sono ormai leggendarie come quelle del Teatro ebraico di Mosca, o il famoso soffitto del Teatro dell'Opéra Garnier. Parigi celebra questo felice connubio con una mostra al Philharmonie aperta fino al 31 gennaio 2016.Un percorso ricco di oltre 250 opere, che ripercorrono le esperienze vissute Chagall che lo portarono a dare forma al suono, alla costruzione e al ritmo musicale attraverso creazioni plastiche di diverse tecniche. Pitture su tela e opere su carta, sculture e ceramiche, collage, abiti di scena e progetti di decorazioni.00.02.45"La mostra che si chiama "Il trionfo della Musica" nasce da una doppia sfida: da un lato mira a mostrare tutti i punti di connessione tra la musica e l'arte di Chagall, e in secondo luogo vuole far scoprire allo spettatore la modernità e l'universaltà della sua opera" spiega Ambre Gauthier curatrice dell'esposizione.In particolare i grandi progetti monumentali testimoniano la concezione di arte totale immaginata dall'artista bielorusso ma naturalizzato francese.(immagini AFP)