Milano (TMNews) - In tempi di polemiche tra Nord e Sud sui vizi italici, causate dalla Brianza romanzata di Paolo Virzì nel suo film "Il capitale umano", può sorprendere un elogio a spada tratta del Settentrione, in più dalla bocca di un francese. Si tratta di Michel de Rosen, presidente del consorzio europeo per le comunicazioni satellitari Eutelsat, che dopo avere ricordato i 220 anni dall'inizio della conquista dell'Italia da parte di Napoleone, si è fatto perdonare definendo Milano una delle capitali del mondo contemporaneo: "Sapete io sono francese - ha detto - e i francesi possono essere piuttosto arroganti. Pensano ancora che Parigi sia la capitale del mondo, cosa vera molti anni fa, ma oggi è tutto finito. Ora non c'è una capitale del mondo, ma diverse capitali: New York, Londra, Shanghai e Dubai lo sono e anche Milano lo è. Non molti sanno che le persone di questa regione sono rigorose come i tedeschi e creative come gli altri italiani. Se tutta l'Italia fosse efficace come la Lombardia sono sicuro che l'economia italiana sarebbe la prima in Europa, più forte perfino di quella tedesca, ma ovviamente l'Italia - ha concluso - è un Paese complesso".