Firenze (TMNews) - Puntare sull'estero per sopravvivere. E in particolare sul Giappone. E' la storia di tanti espositori a Pitti Immagine. Anche di una azienda familiare fiorentina che fa pantaloni da 60 anni. Ma adesso la Giab's produce anche collezioni apposite per il mercato giapponese, spiega la titolare Maria Bice Ballerini:"Vengono qua durante la stagione noi guardiamo i tessuti facciamo una scelta per loro e appena arrivano tutte le campionature li chiamiamo e vengono apposta dal Giappone, fanno abbinamento dei modelli e facciamo una collezione insieme". Come è nata ce lo racconta il distributore, Atsushi Ohada della F.E.N. Ltd"Abbiamo scoperto questo marchio due anni fa a Pitti Uomo e abbiamo deciso di collaborare per fare qualcosa di speciale da importare in Giappone. L'idea è molto interessante e penso che sarà sul binario giusto diciamo fra tre anni". Lorenzo Ballerini è il nipote del primo fondatore."Questo brand si chiama Gbs trousers, è una ricerca molto particolare. In Giappone siamo presenti in tutti i gruppi giapponesi più grandi. In Italia stiamo entrando da poco".Esportare così diventa essenziale, anche per un'azienda che produce tutto in ItaliaAncora Maria Bice Ballerini: Prima eravamo un'azienda molto più grande eravamo 180 operai, ora siamo ahimé una cinquantina. .E' tutto made in Italy, mio padre inizio l'attività sessant'anni fa. Noi non siamo mai usciti dall'Italia per andare a produrre siamo amanti del prodotto italiano e quindi cerchiamo di spingere al massimo, anche se i momenti non sono dei più felici, ci siamo sentiti ripagati per questo prodotto italiano al 100% .