Londra (askanews) - È cominciato a Londra il censimento dei cigni del Tamigi, una tradizione che continua da nove secoli condotta in nome della famiglia reale britannica. Nella terza settimana di ogni luglio, a Staines, fra Shepperton e Windsor, sul Tamigi si svolge l'annuale Swan Upping, la marcatura dei cigni che vivono sul fiume. La tradizione nacque nell'XI secolo, quando la Corona stabilì che tutti i cigni bianchi selvatici del Regno, pregiati per la loro carne, fossero da considerare proprietà della famiglia reale. Vestiti con le scarlatte uniformi reali, gli "swan upper", gli ufficiali addetti al censimento dei cigni, guidati dagli "swan marker", i marcatori, a bordo delle tradizionali barche a fondo piatto, registrano tutti i volatili con relative nidiate. Non si tratta solo di una conta perché ogni esemplare viene controllato, curato se necessario e nutrito. Prima di lasciarli liberi, i marcatori fissano a uccello un anello con microchip che permette agli scienziati del dipartimento di Zoologia dell'università di Cambridge di monitorarli nel corso dell'anno.