Torino (TMNews) - Il mercato del libro in Italia resta in difficoltà, con l'unica eccezione del settore dei libri per bambini e ragazzi. E' quanto emerge dall'indagine Nielsen presentata dall'Associazione Italiana Editori in collaborazione con il Salone internazionale del libro di Torino, per fotografare il mondo del libro nel 2013 e nel primo trimestre del 2014. Complessivamente nel 2013 il comparto ha perso il 6,2% come fatturato e il 2,3% come numero di copie vendute. Trend negativo che si è confermato anche nei primi mesi del 2014: a valore si registra un -5,3%. Il segmento bambini, però, si conferma l'unico baluardo contro una crisi che appare sempre profonda: qui si registrano i segni positivi, +3,3% le copie vendute, +3,1% il fatturato.Il presidente dell'Aie, Marco Polillo, parla di una fotografia impietosa, che lascia però intravedere una speranza: quelle delle famiglie con bambini che credono nel valore della lettura.E l'auspicio è che le generazioni che stanno crescendo ora possano invertire una tendenza che relega l'Italia agli ultimi posti in Europa e che, al tempo stesso, impoverisce il nostro Paese.