Napoli (askanews) - Un matrimonio d'interesse tra Orazio, scapolo sul lastrico con cattivissimi creditori alle calcagna e Albertina, giovane entomologa bruttina ma dolce e ricca sfondata con un finale che ribalta le premesse. Sono gli ingredienti della commedia "Lei è ricca, la sposo e l'ammazzo" con Debora Caprioglio e Gianfranco Iannuzzo, per la regia di Patrick Rossi Gastaldi, attualmente in scena al teatro Augusteo di Napoli."Lui è pieno di debiti e non ha altra scelta che sposare questa donna - spiega l'attrice - però le cose poi cambieranno nel corso della storia perché questa donna, Albertina, è una donna talmente buona, talmente innamorata, questo suo amore incondizionato fa innamorare e alla fine le cose andranno diversamente da quello che si vede nel titolo".Due ore di risate e leggerezza, un susseguirsi di situazioni comiche e surreali che trascinano, tra gli applausi, il pubblico divertito nelle braccia dell'Amore che trionfa sempre e comunque."C'è una Debora Caprioglio sorprendente - ammette Iannuzzo - io avevo una gran voglia di lavorare con lei perché è un'attrice che nell'ambito teatrale è molto stimata, una che pensa molto al suo lavoro, una gran professionista con la P maiuscola. Tra l'altro non punta sulla sua avvenenza fisica che è rimasta intatta ma deve puntare sulle sue qualità d'attrice, perché deve fare un'entomologa, coperta da occhiali con fondi di bottiglia. Poi ci sono tanti attori molto bravi, quindi credo che il pubblico abbia premiato la compagine degli attori e il divertimento della storia".La commedia, scritta da Mario Scaletta è liberamente ispirata all omonimo racconto di Jack Richtie e al film del 1971 di Elaine May, interpretato da Walter Matthau. A Napoli resterà in scena fino al 21 febbraio.