Roma, (askanews) - Per la prima volta, le Terme di Caracalla in notturna come non si erano mai viste. Fino al 3 ottobre, infatti, ogni martedì e venerdì si potranno ammirare le monumentali vestigia illuminate nella notte e scendere nei sotterranei, dedalo di gallerie e cuore pulsante dell'intero edificio dove erano installati i servizi che alimentavano le terme in superficie: uno dei percorsi notturni più suggestivi dell'antica Roma.

Grazie alla Soprintendenza Speciale di Roma, con Electa, e all'illuminazione a cura di Acea, gruppi di 25 partecipanti - dalle 19.30 alle 21.00 - potranno effettuare il percorso dal calare del sole fino alla notte. Compreso nella visita il Mitreo di Caracalla, il più grande tra quelli rimasti a Roma e perfettamente conservato, con il mistero del culto di Mitra.

Le visite, guidate da archeologi e storici dell'arte, iniziano dall'area centrale del complesso termale. Oltre a nucleo principale si possono ammirare palestre, spogliatoi, frigidarium tepidarium, caldarium. E l'impatto, con i ruderi delle terme altre oltre 37 metri in numerosi punti, è senz'altro spettacolare.

La visita si conclude poi nei sotterranei, dove è allestito un Antiquarium con reperti provenienti dalle terme stesse, passando dalla rotonda dove è collocata la Mela reintegrata di Michelangelo Pistoletto, per concludersi al Mitreo.