Rimini (askanews) - L'arte non può essere mai uguale a se stessa: a costo di essere fraintesa o di fallire, deve accettare il rischio della novità. Da qui comincia il percorso di "Tenere vivo il fuoco. Sorprese dell Arte Contemporanea", una delle cinque mostre allestite per una settimana alla fiera di Rimini dove è in corso il Meeting di Cl. Davide Dall Ombra, direttore dell associazione Casa Testori, tra i curatori della mostra. "Il Meeting ci ha chiesto di organizzare una mostra didattica sull arte contemporanea. L'idea era di fare un opera introduttiva all arte contemporanea anche a chi si sente respinto da questo oggetto estraneo e spesso si sente incapace di comprendere.Accompagnati dalla voce di Giacomo Poretti, del trio "Aldo Giovanni e Giacomo", i visitatori vengono lasciati soli a navigare in sette stanze, sette mostre nella mostra: dalla performance di Marina Abramovic a Damien Hirst e la sua impressionante teca contenente uno squalo, alle opere di Ai Weiwei."Questi sono gli artisti più pagati e più importanti al mondo. Ci interessava dimostrare che l arte contemporanea è interessante non andando a scovare chissà quale artista sconosciuto, ma tra i grandissimi c è qualcosa che si può raccontare a quel pubblico che si sente lontano dalla storia dell arte". Al termine del percorso, curatori e volontari del Meeting dialogano con i visitatori e raccolgono le loro domande e i loro dubbi.