Roma, (TMNews) - Una laurea Honoris causa all'American University of Rome, per "l'acuta critica culturale" dell'Italia contemporanea che emerge dai romanzi del commissario Montalbano, "uno dei più accattivanti personaggi di tutti i tempi". Con queste motivazioni Andrea Camilleri è stato insignito del prestigioso diploma dalla più antica università americana della capitale, dove ha tenuto una lectio magistralis sulla letteratura d'Oltreoceano durante il fascismo. Un'occasione per lo scrittore siciliano di discutere a tu per tu con gli studenti e di ricordare quegli anni: "Io oggi voglio fare una piccola nota su quella che è stata la letteratura americana durante gli anni del fascismo", ha spiegato Camilleri. "Io li ho vissuti e quindi so che cosa ha rappresentato come stimolo: era come prendere una boccata di ossigeno leggere allora i libri di George Steinbeck o di William Faulkner. Era proprio una grandissima boccata di ossigeno che ci faceva sognare la libertà".