Milano (TMNews) - Nonostante il prevedibile taglio di spese un po' folli, come quelle per i taxi costati l'anno scorso 500mila euro, il nuovo editore di La7 Urbano Cairo ha confermato per il palinsesto autunnale quasi tutti i cavalli di battaglia della rete, da Michele Santoro a Maurizio Crozza, da Lilli Gruber a Enrico Mentana, e aggiunto due nuovi arrivi come Salvo Sottile e Gianluigi Paragone. Una strategia di consolidamento basata soprattutto sulle produzioni interne."Abbiamo sicuramente fatto una cosa importante - ha spiegato - che era quella di confermare un palinsesto di prime time che ha ottenuto risultati eccezionali nel primo semestre. Abbiamo aggiunto l'arrivo di Paragone e Sottile che faranno due nuovi programmi di prime time e anche questo ci arricchisce perché andranno in giornate in cui tradizionalmente La7 era un po' più debole. Ci potrebbero dare un incremento di ascolti. Se riusciremo a pensare qualcosa per il palinsesto del pomeriggio o anche della prima serata sarà un'opportunità anche quella perché nella prima serata e nel pomeriggio ci sono comunque tanti ascoltatori che vedono la tv".Cairo ha inoltre ribadito che la linea editoriale non cambierà e che i tagli non riguarderanno il personale. A farne le spese, casomai, saranno i tassisti romani.