Roma, (askanews) - La storia di una donna indipendente e intraprendente, pronta a tutto per inseguire i suoi sogni, una donna che ce l'ha fatta. Arriva al cinema dal 28 gennaio "Joy" di David O.Russell con protagonista assoluta Jennifer Lawrence, già vincitrice del Golden Globe per il personaggio di una mamma single con una famiglia difficile.Joy è l'incarnazione del sogno americano e il film è basato su una storia vera. Jennifer Lawrence dà vita a un personaggio fantastico, una ragazza che con fatica e sudore inventa un "mocio" rivoluzionario per i pavimenti che si strizza da solo e lo vende in tv. Il primo successo di una brillante carriera da imprenditrice. Accanto a lei un cast di stelle che si riuniscono sotto la regia di David O.Russell, da Bradley Cooper a Robert De Niro, che fa suo padre, e a cui si aggiunge Isabella Rossellini. Per l'attrice, venuta a Roma:"E' un film sulle donne e un film sul sogno delle donne che gli è stato negato. Ci sono molte donne d'affari a cui si chiede sempre dell'amore, invece il film comincia con una bellissima battuta della bambina che gioca e la sorella le dice: poi arriva il principe azzurro, invece lei risponde: no, faccio tutto da sola".Lei nel film è Trudy, ricca vedova, ultima compagna di De Niro, che presta i soldi a Joy:"E' gentile e cattiva, insicura, nervosa, un po' tormentata e spero sia un personaggio comico comunque".Jennifer Lawrence si candida a pieno titolo anche per un Oscar e Isabella Rossellini crede sia perfetta in questo ruolo:"Credo che Marlon Brando abbia definito una nuova maniera di essere uomo, con la sua mascolinità rude e diretta, Jennifer secondo me forse rappresenta una nuova donna, moderna"."Jennifer è, in inglese si dice, 'what you see, is whay you get, è chiara, ti dice quello che pensa, e questa sua forza di essere donna secondo me rappresenta una donna molto moderna e la chiave del suo successo".