Milano, (askanews) - Martina Stoessel, famosa in tutto il mondo grazie al ruolo di Violetta, protagonista dell'onomima serie tv di Disney Channel, si dedica al cinema. L'attrice ha dato l'annuncio in conferenza stampa a Milano: sarà la protagonista di "Tini - La nuova vita di Violetta", nelle sale nella primavera del 2016. Martina, o Tini, diminutivo conosciuto da tutti i fan, è la protagonista insieme ad altri attori di "Violetta": Jorge Blanco, che in tv è l'amore della protagonista Leon, Mercedes Lambre, che interpreta la sorellastra Ludmilla, e Maria Clara Alonso nel ruolo di Angie. Il film sarà ambientato in Italia: a breve inizieranno le riprese in Sicilia."Sono molto felice di questa opportunità, è la prima volta che giriamo un film e faccio cinema, è una cosa che ho molta voglia di fare perchè mi piace molto e con un regista importante come Juan Pablo Buscarini è incredibile. La mia vita reale non è molto lontana dalla realtà che si vede nel film" ha detto Martina in conferenza stampa.La storia riflette la vita personale della star, il fatto che Tini si lasci alle spalle il mondo di Violetta per iniziare una nuova avventura. "Anche chi non ha mai visto lo show capirà, vogliamo mostrare come le due vite siano molto simili: Tini e Violetta sono alla fine di un progetto e stanno per aprirsi al futuro, la serie tv finisce ma è un inizio per ciascuno di noi" ha spiegato l'attrice.Sul suo futuro professionale, dopo la fine della serie, l'attrice argentina dimostra di avere le idee chiare. "Sono stata sempre molto sicura - ha detto rispondendo a una domanda sul suo ruolo di esempio per i giovani - perchè so che Disney attraverso Violetta trasmette messaggi positivi per i ragazzi di oggi. Lottare per i propri sogni, fare quello che si ama, stare insieme, perdonare, tenere la famiglia e gli affetti vicini, l'amicizia e l'amore. Mi piacerebbe tantissimo continuare a trasmettere un messaggio con la mie canzoni alla gente che mi ascolta e ne ha bisogno".Per capire quanto Martina sia amata dal suo pubblico basta uscire dall'hotel della conferenza stampa: ad aspettarla ci sono ventina di ragazzine, tutte armate di gadget e foto, alcune da due giorni. Due impugnano una bandiera dell'Italia con la scritta "Bienvenida en Italia".