Milano (askanews) - Le memorie di un viaggio, ma anche uno sguardo su storie che ci sfiorano, ci intrigano magari, ma poi se ne vanno lontano, senza perdere il proprio mistero. La galleria Twenty14 contemporary di Milano ospita la mostra di street photography "Undertow" di Mara Palena, fotografa con una formazione nel settore della moda, ma che a un certo punto ha deciso di mettersi "on the road". A presentare il suo lavoro la gallerista Matilde Scaramellini: "E' un lavoro di street photography - ci ha detto - quindi da un certo punto di vista violento, che ci mostra una realtà per quello che è, perché sono foto fatte in strada, molto immediate, però sempre con questo velo di malinconia che le rende forse un po' più delicate e in qualche modo più digeribili".Il titolo della mostra richiama la "risacca" dell'onda, che per Mara Palena è anche la metafora delle memorie che il suo viaggio americano continua a riportare a riva. E che nelle sue fotografie diventa narrazione in presa quasi diretta. E per la galleria T14 è interessante anche affrontare il rapporto con una mostra di street photography."Significa comunque stravolgere un po' lo spazio - ha aggiunto Matilde Scaramellini - e legare un luogo dove tendenzialmente le cose vengono raccontate con un certo rigore e una certa forma, se vogliamo anche molto tradizionalista il più delle volte, in questo caso proprio si apre a un mondo che è legato alla strada, quindi al viaggio, al movimento".La mostra "Undertow" resterà aperta al pubblico, accompagnata da un libro pubblicato dalla stessa Palena, nella galleria di piazza Mentana fino al 5 marzo.