Roma, (askanews) - Dal Lucania Film Festival al Festival di Locarno, e tanti progetti per il nuovo anno. Elio Germano partecipa con Giovanni Veronesi all'evento cinematografico della Basilicata in un talk show dedicato alla settima arte. Ma il pensiero va alla pellicola "Bella e perduta" del regista Pietro Marcello, unico film italiano in gara a Locarno. "Nel film, ho fatto la voce di un bufalo, per cui non sono in carne ma in voce in un film molto interessante, un documentario". "E' la storia di un bufalo abbandonato, quello che succede a lui può far riflettere su ciò che accade in Italia".Elio Germano si prepara a una stagione ricca, che lo vede interprete in "Alaska" del regista Claudio Cupellini. "È la storia di un ragazzo italiano che va a lavorare in Francia e incontra una ragazza francese. È la loro complessa e tormentata storia d'amore tra Italia e Francia, è una storia d'amore che lotta contro l'esigenza di dover campare".Ma l'attesa è soprattutto per "Suburra", di Stefano Sollima, il regista di Romanzo Criminale la serie e di Gomorra tv. "Suburra è un film molto atteso, che prende come spunto proprio ciò che sta accadendo a Roma: un intreccio tra politica, malavita e malaffare. Non è un film di inchiesta ma un film di intrattenimento".