Roma (TMNews) - Accordi per oltre 900mila euro e trattative avviate per 600mila. E' il bilancio presentato dalla Rai nel corso degli Screenings in Venice 2014, il consueto appuntamentoin cui la Rai presenta ai buyer internazionali le proprie novità. Ottantatre buyer provenienti da 47 paesi si sono dati appuntamento a Venezia per visionare in anteprima le line up deititoli cinema, fiction, documentari e animazione prodotti da Rai. Gli accordi vanno dalla Rogers Media in Canada al Medio Oriente, in particolare con Irib la tv di stato iraniana, fino alla Cina, e all'America LAtina, con trattative aperte con il distributore statunitense Canal Sur. Per la Rai è stata anche l'occasione per avviare una riflessione sul sistema cinema. Paolo Del Brocco, amministratore delegato Rai Cinema:"Come Rai Cinema abbiamo un'esperienza importante sia nel coprodurre film che nell'accompagnare i talenti sul red carpet, e ci siamo resi conto che in italia c'e molto talento, ci sono molte star, ma non c'è uno Star-System"Alessio Boni:"RaiCinema ha fatto bene ad assemblare tante personalità così diverse per cercare di capire come mai lo starsystem non ci sia in Italia, ci sia poco in Europa, molto negli Usa e che esistano fenomeni come Bollywood".Martina Stella non si è mai sentita una star, a dispetto del nome:"Penso sia giusto puntare sui giovani autori, sperimentare e sperimentarsi, dando spazio anche ai film a basso budget come quello che ho appena finito di girare e che uscirà a settembre. Certo, questo è un momento di crisi anche per il cinema ma proprio per questo, ripeto, è giusto sperimentare nuove strade e nuovi registi".