Roma, (TMNews) - La Mini ha compiuto 55 anni ma resta sempre la piccola inglese più amata. Lo dimostra il successo di partecipazione e di entusiasmo registrato dall'edizione 2014 dell'International Mini Meeting, il più grande raduno di Mini classiche che si svolge ogni anno in una diversa città europea e che stavolta ha riunito nel verde del Kent, il giardino d'Inghilterra, le tradizionali ed iconiche Mini dal feeling go-Kart, oltre alle moderne discendenti.Il primo International Mini Meeting si svolse nel 1978 in Germania e da allora l'evento ha cadenza annuale. Ogni 5 anni si torna però in Inghilterra, così da sottolioneare la totale britannicità della storica Mini, nata dalla matita di Sir Alec Issigonis nel 1959. Nell'estate del Kent tutta la community di appassionati di Mini si è riunita presso il County Agricultural Showgrounds per celebrare quello che, di anno in anno, dimostra essere un evento atteso e sempre entusiasmante per tutti i fan dei motori Made in England.Quella che solitamente è una vasta pianura verde è diventata così per due giorni un grande parco espositivo, e certamente non statico, di Mini storiche o personalizzate, con appassionati ed estimatori arrivati dall'Europa e non solo per prendere parte al raduno, a dimostrazione che attorno a questo marchio ruota ancora un mondo di forti esperienze e sentimenti.L'interessante programma della due giorni, con musica dal vivo, spettacoli, tradizionali giochi inglesi e sfide, ha avuto come special guest Paddy Hopkirk, vincitore del rally di Monte Carlo nel 1964 a bordo di una Mini Cooper S, accorso per celebrare il 50esimo anniversario dal suo trionfo. Presente anche Russ Swift, driver inglese che si è cimentato in mirabolanti ed applaudite acrobazie.