Milano (askanews) - Qualcuno aveva storto il naso davanti alla struttura tubolare dell'Expo Gate di via Beltrami a Milano, proprio di fronte al Castello Sforzesco, azzardando addirittura paragoni poco lusinghieri con uno stendibiancheria. Ma ora l'opera progettata da Alessandro Scandurra per la prossima Esposizione Universale, già diventata uno dei luoghi chiave degli eventi che portano a Expo, si prende una bella di rivincita: è stata infatti selezionata tra i quaranta finalisti dell'European Union Prize for Contemporary Architecture - Mies van Der Rohe Award 2015, prestigioso premio internazionale di architettura che vede la partecipazione di 420 opere.L'Expo Gate, raccontano i progettisti, è un'opera realizzata secondo principi di leggerezza, trasparenza e modularità; una piazza centrale e due padiglioni a "casello" laterali per rappresentare, simbolicamente e non, la porta di accesso ad Expo2015.I vincitori del premio saranno annunciati a Londra a fine febbraio e l'8 maggio si terrà a Barcellona la cerimonia di premiazione presso il Mies Van der Rohe Pavillion. Milano spera, e chissà che la coincidenza temporale con l'Expo non dia una spinta anche al suo bianco "cancello".