Per "imprecisioni storiche". Pellicola censurata anche in Marocco