New York (TMNews) - L'arte moderna italiana sempre più protagonista a New York. Dopo la grande mostra del Guggenheim dedicata al Futurismo ora i riflettori sono puntati su Medardo Rosso, lo scultore che tra fine Ottocento e inizio Novecento impose uno stile unico alle forme plastiche, contiguo, nella sua originalità, alla lezione dell'Impressionismo, ma anche, in qualche modo, dell'astrazione. E che proprio dai Futuristi era considerato un maestro.A proporre al pubblico newyorchese le opere di Rosso, che usò soprattutto la cera, ma anche il bronzo, la terracotta e il gesso, è il Center for Italian Modern Art, una fondazione no profit che ha l'obiettivo di promuovere lo studio e la diffusione dell'arte moderna del nostro Paese negli Stati Uniti e nel resto del mondo. L'inaugurazione del CIMA, che ha sede nel quartiere di Soho, è avvenuta a febbraio del 2014, con un'esposizione dedicata al futurista Fortunato Depero.La mostra su Medardo Rosso, che resterà aperta a CIMA fino a giugno 2015, presenta una dozzina di sculture, provenienti da importanti musei italiani e americani, accanto a una ricca selezione di disegni e fotografie sperimentali. Si tratta, per la maggior parte delle opere, di un debutto negli Stati Uniti, ed è la prima volta in assoluto che viene esposta al pubblico una così ampia raccolta di disegni di Rosso. Per l'artista è comunque un ritorno negli Stati Uniti, 50 anni dopo l'ampia retrospettiva dedicatagli dal MoMA nel 1963.Contemporaneo di Degas e Rodin, Rosso ha vissuto tra Milano e Parigi. Ora il Cima di New York offre al pubblico americano un'opportunità unica per riscoprirlo.