Milano (TMNews) - Le fiamme avvolgono Palazzo Reale a Milano, non è una rivoluzione decembrina, ma una parte dell'installazione "Assapora la bellezza" di Marco Nereo Rotelli che fino al 6 gennaio verrà proiettata sull'edificio. Per l'artista si tratta di un modo per rinnovare l'essenziale sentimento dello stupore. "Penso che lo stupore - ci ha detto Rotelli - sia la possibilità di avere con una mente fresca la visione di ciò che già noi conosciamo, visto con luce differente".Luce che è l'elemento chiave dell'opera e che dialoga, in una vertigine di livelli di significanza, con la parola scritta e con gli edifici. "La poesia che ho scelto - ci aveva anticipato Rotelli nel suo studio milanese poche ore prima dell'inaugurazione - quella di Mario Luzi, la poesia 'Bellezza' penso sia, come si suol dire, la possibilità di un incontro tra due linguaggi così potenti come la poesia e l'architettura".Realizzata in collaborazione con Ferrero Rocher, l'installazione dialoga con il pubblico, che potrà anche interagire con l'opera. "Per me l'arte - ha concluso Rotelli - non si svolge nei musei, l'arte non si svolge per gli addetti ai lavori, non è di pochi snobbistici conoscitori dell'arte, l'arte è un movimento infinito che deve prendere il mondo".