Milano (askanews) - Uno spettacolo inedito di Drummond William Thomas Money-Coutts, in arte DMC, l'illusionista che ha conquistato celebrities di tutto il mondo, compresa la regina Elisabetta II. È il temporary restaurant Priceless Milano la location di "The Amazing Show", performance esclusiva frutto della collaborazione tra Vanity Fair, il settimanale di Condé Nast, e Mon Chéri, la pralina del gruppo Ferrero, che si rinnova per il secondo anno per il progetto incentrato sul claim "Lasciati stupire". Una serata speciale per lasciarsi stupire dalla vista sulla città da piazza della Scala e dalle performance dell'illusionista."Cibo magnifico e la mia magia, c'è una combinazione di sensi, di menti e sapori, in questa serata, abbiamo sviluppato dei numeri speciali per Mon Cheri". Così DMC spiega il perchè di uno show amazing, in un Paese dove dice "c'è grande voglia di magia". "Penso che il mondo oggi abbia bisogno di magia più che mai, in questi tempi di tecnologia: centinaia di anni fa tutto era magico, capivamo meno cose e molte si spiegavano con la magia, oggi la scienza spiega molto di più della vita. C'è un grandissimo bisogno di questo sentimento magico".Alla serata al Priceless hanno partecipato i lettori di Vanity Fair che hanno vinto i biglietti con l'iscrizione sul sito. La piattaforma ha totalizzato oltre 79.000 utenti unici e 131.600 pagine viste in 3 settimane, 52.000 iscritti in 2 settimane di contest online: alcuni hanno vinto limited edition di Mon Chéri e abbonamenti annuali alla digital replica di Vanity Fair. All'evento hanno partecipato Euridice Axen, Eliana Miglio, Gabriella Pession, Barbara Snellenburg e Giorgia Wurth.La due giorni di DMC a Milano è cominciata con un'esibizione tra piazza del Duomo, Galleria Vittorio Emanuele II, piazza della Scala e la Darsena dei Navigli, per poi proseguire la sera del giorno dopo al Priceless. "Milano è una città incredibile - dice DMC - ho trascorso dei momenti fantastici in Duomo, abbiamo lavorato e regalato centinaia di cioccolatini, ci siamo trovati bene e divertiti". Un divertimento che ha contagiato anche gli ospiti, stupiti e affascinati dai suoi trucchi di magia. L'operazione è stata ideata e prodotta da Studio 27, hub creativo di Condé Nast.