Roma, (askanews) - L'estate siciliana si arricchisce di Anfiteatro Sicilia, un progetto che da luglio a settembre offrirà una trentina di spettacoli negli antichi teatri in pietra della Sicilia, da Seghetta a Morgantina, da Taormina a Catania.

L'iniziativa è promossa dall'assessorato regionale al Turismo, sport e spettacolo ed è stata realizzata con la collaborazione dei sovrintendenti di enti e fondazioni liriche dell'Isola.

L'assessore regionale al Turismo, Anthony Barbagallo in conferenza stampa all'Assemblea regionale siciliana (Ars) ha spiegato:

"Le 8 grandi eccellenze siciliane, dal Teatro stabile al Teatro Massimo di Palermo, il Teatro Massimo di Catania, l'Inda di Siracusa, Teatro Vittorio Emanuele di Messina circuiteranno nei monumenti di pietra che il mondo ci invidia".

Con un finanziamento di 200 mila euro la Regione ha messo in campo un nuovo modello di offerta culturale e turistica. Il sovrintendente del Teatro Massimo di Palermo Francesco Giambrone si dice soddisfatto:

"Mettiamo insieme le forze, abbattiamo i costi, realizziamo un prodotto di qualità artistica sempre alta e lo facciamo senza chiedere risorse aggiuntive alla regione, ma contando sullo sbigliettamento, sul botteghino. Questa per noi è una grande novità".

La kermesse si aprirà il 5 luglio a Morgantina con Almanacco siciliano del Teatro Biondo di Palermo, il 6 luglio al teatro antico di Segesta si terrà un concerto dell'Orchestra Sinfonica Siciliana. La programmazione si chiuderà a settembre con la Norma al teatro Greco di Catania, prodotta dal teatro Massimo Bellini di Catania.