Regista al museo del cinema, "incredibile essere qui"