Milano, (askanews) - Un amore nato tanti anni fa, quando per la prima volta visitò l'Italia. Kenneth Branagh, tra i più famosi e apprezzati interpreti e registi shakespeariani al mondo, è a Milano per presentare "Cenerentola", film Disney che ha diretto, al cinema dal 12 marzo. È l'occasione per raccontare il suo rapporto con il nostro Paese: nella campagna toscana nel 1993 ambientò e girò "Molto rumore per nulla"."Amo l'Italia, sono un adoratore non convertito dell'Italia e di tutto ciò che è italiano, sin da quando ho girato i primi ciak per "Molto rumore per nulla". Un giorno dovevo andare all'aeroporto Pisa, quando l'autista Giorgio mi disse che avremmo mangiato qualcosa: sono arrivati gli antipasti, i primi, i secondi, il gelato, i dolci, il formaggio ed era tutto fantastico ma ormai eravamo molto lontani dall'aeroporto. Mi sono innamorato durante questo periodo. Sono venuto per la prima volta a 19 anni a Roma e Verona: ho delle immagini in mente di questo viaggio, che voglio mettere nella prossima produzione di Romeo e Giulietta. L'Italia in qualche modo mi è entrata nelle ossa: sono irlandese ma penso che se andassi indietro con le mie radici troverei qualcosa di italiano".