Roma, (askanews) - Siamo abituati a vederla scatenarsi sul palco a ritmi pop e latini, o protagonista al cinema di commedie sentimentali come "Un amore a cinque stelle", "Shall we dance?". Stavolta invece Jennifer Lopez cambia completamente genere e passa al torbido thriller. Sarà dal 23 luglio nelle sale italiane "Il ragazzo della porta accanto", diretto da Rob Cohen, regista del primo "Fast and Furious" in cui JLo resta coinvolta in una relazione proibita.Insegnante appena separatasi dal marito che la tradiva, si imbatte in un adolescente, l'attore Ryan Guzman, che diventa amico di suo figlio, e si lascia tentare, ma la situazione le sfugge di mano."E' molto vulnerabile - dice Jennifer Lopez - è facile farla sentire di nuovo attraente e desiderabile dopo essersi sentita rifiutata".Dopo una notte insieme, si rende conto dell'errore e tenta di porre fine a quella relazione. Per il ragazzo però ormai lei è diventata un'ossessione. Il film assicura l'attrice, prende presto la piega di un thriller psicologico. E promette al pubblico:"Resterete incollati alla sedia. Non avrete idea di quello che sta per succedere. E' emozionante. Vi divertirete molto".