Roma, (askanews) - Folle, incredibile e divertente, come i suoi film. Un racconto romanzato che ripercorre tutta la sua vita, dall'adolescenza ai film. Con la comicità che lo contraddistingue, Jerry Calà diventa scrittore ed esce con il suo primo libro, intitolato "Una vita da libidine" (Sperling & Kupfer, 228 pagg, 16,90 euro): 228 pagine che raccontano la storia vera di uno dei cabarettisti e comici più amati."E' il racconto della mia vita. Ci sono caduto anch'io, io che prendevo in giro i miei colleghi, ma alla fine ci son caduto anche io".Sedici capitoli, ognuno dedicato a una città diversa: da Verona, città di adozione, a Milano, passando per le osterie romane dove ha incontrato Woody Allen. E poi le donne, i film, il teatro, fino all'incidente d'auto che ha quasi stroncato la sua carriera: "Prima di accettare di scrivere il libro ho verificato che avessi qualcosa da raccontare, ho aperto il cassetto della memoria, è diventato un armadio ed è uscito un esercito di scheletri, e allora mi son detto che valeva la pena di raccontare tutta la mia vita, dall'adolescenza fino ai miei film. Non è una autobiografia sterile, ma un racconto romanzato, un viaggio soprattutto per l'Italia".