Argentina, 1979. Juan ha dodici anni e torna a Buenos Aires con la sua famiglia dopo anni di esilio. I genitori di Juan e suo zio Beto sono membri del Movimento Peronista Montonero e lottano contro gli organi di repressione della dittatura militare, per questo motivo vivono tutti sotto una falsa identità. Juan non deve dimenticare che per tutti il suo nome è Ernesto e che non può dire a nessuno la verità, neanche a Maria -pur essendone innamorato- poiché potrebbe essere fatale per la sua famiglia...