Mumbai, (askanews) - Il divo di Bollywood Salman Khan è stato dichiarato colpevole di avere ucciso un senza-tetto investendolo con il suo suv nel 2002 dopo una serata in cui aveva alzato il gomito.Un giudice indiano ha condannato l'attore, 49 anni, per omicidio colposo per essersi schiantato con la sua auto su un gruppo di homeless che dormiva su un marciapiede alla periferia di Mumbai e di essere poi scappato.L'attore, figlio di un famoso sceneggiatore e con partecipazioni in oltre 100 pellicole, si è dichiarato innocente a marzo, sostenendo che al volante c'era il suo autista. Quest'ultimo ha confermato alla corte di essere stato alla guida del veicolo, ma che una gomma si era forata, rendendo ogni manovra difficile.Il giudice ha però dichiarato colpevole Kahn, che ha già la fedina penale sporca per avere ucciso una gazzella di una specie minacciata di estinzione durante una battuta di caccia nel 1998. Ora rischia fino a 10 anni di carcere.(immagini Afp)