Roma, (askanews) - Nelle immagini la missione italiana guidata dall'Università della Sapienza di Roma che ha riportato alla luce nel deserto dancalo impronte umane di 800.000 anni fa. "La missione lavora nel deserto dancalo, dove si raggiungono temperature altissime e dove non ci sono centri abitati", ha sottolineato il capo missione, l'antropologo Alfredo Coppa.