Tolosa (askanews) - Questi lunghi corridoi stracolmi di bobine, cercano di rendere la magia del cinema eterna. E' la Cineteca di Tolosa, dove i capolavori della cinematografia mondiale vengono conservati e restaurati: un lavoro grazie al quale opere come "La grande illusione" di Jean Renoir sono potute tornare al loro splendore.

La Cineteca è stata fondata negli anni Sessanta e conserva 45mila bobine di film che vanno dal 1895, data di invenzione del cinema, ai nostri giorni, alla temperatura di 15 gradi. "Il cinema è un'arte che si poggia su un supporto fragile - spiega Robert Guediguian, cineasta e presidente della Cineteca - La missione della cineteca è conservare, ma non per tenere da parte: conservare per mostrare, e così crea un legame fra passato e futuro".

Oltre alle bobine dei film la cineteca conserva la più grande collezione di locandine cinematografiche di Francia, quasi 80mila esemplari da tutto il mondo. Così come conserva foto di scena, sceneggiature originali e qualche costume di scena. Il sogno è ingrandirsi per dare sempre più spazio al cinema da custodire.