TMNews (Roma) - Lo spirito più malinconico dei fratelli Coen torna nel loro nuovo film, "A proposito di Davis", in corsa per due Oscar, nelle sale italiane dal 6 febbraio. Protagonista è un cantante folk, interpretato da Oscar Isaac, che cerca la propria strada e un occasione nel mondo musicale del Greenwich Village del 1961. Sulla scena newyorchese non era ancora comparso Bob Dylan, e prosperava il folk revival, tra piccoli club e improbabili case discografiche.La pellicola ripercorre una settimana di vita del cantante, e la sua piccola Odissea tra audizioni fallimentari, delusioni artistiche e pasticci sentimentali. Le sue giornate sono scandite dalla ricerca di ospitalità in casa di amici, fra cui il duo Jim e Jean, interpretato da Carey Mullighan e Justin Timberlake. Gli unici punti fermi della sua vita sono la chitarra e l'autenticità della sua musica.Con "A proposito di Davis" i Coen sembrano proprio voler celebrare l'arte nella sua essenza più pura. Prima delle grandi star e dei personaggi costruiti dai media. E anche prima di quel genio dalla voce roca di nome Dylan che all'inizio degli anni Sessanta, attingendo al folk, rivoluzionò la scena musicale americana.