Milano (askanews) - Donne di tutto il mondo, riprese mentre svolgono le normali attività della vita, ma con un non trascurabile dettaglio: sono fotografate sott'acqua. Si tratta del progetto "AquaDominaVitae" della fotografa Elisa Chinello, che viene esposto nello Spazio Tim4Expo alla Triennale di Milano. "Ho deciso, attraverso quella che è la mia tecnica, cioè la fotografia subacquea artistica - ci ha detto la fotografa - di iniziare un percorso di racconto con una serie di donne, affrontando quelli che sono quattro temi fondamentali. Sono quattro percorsi nei quali la donna è sempre protagonista, da come nutre il bimbo dentro di sé; a come poi coltiva la terra, la semina, raccoglie i frutti; a come trasmette il sapere del cibo ed è depositaria delle arti del sapere del cibo".L'idea del progetto è nata proprio dal confronto con il tema di Expo e ha coinvolto donne di quattro continenti, con culture diversissime e ciascuna con una storia personale che Elisa Chinello ha cercato di trasferire negli scatti. Resi magnetici dalla presenza di un filtro primordiale che viene poi però interpretato al meglio, alla fine, grazie alla tecnologia. E naturalmente parliamo dell'acqua. "E' un po' l'elemento conduttore di tutto il racconto - ha concluso l'artista - e crea se vogliamo anche un gioco molto surreale, perché l'acqua comunque ti sostiene, ti trasforma, e dona a qualunque racconto fotografico quel surreale, quel tocco magico che poi affascina e tocca il cuore".