Roma, 3 nov. (askanews) - E' il premio letterario più prestigioso di Francia, Il Prix Goncourt e quest'anno è andato allo scrittore Mathias Enard per il suo romanzo Boussole, la Bussola. Un testo che ricostruisce la vicenda dei continui scambi - culturali, mercantili, politici e sociali - tra Oriente e Occidente."Io ho una grande passione per il Medio oriente" ha detto Enard, "ma spero che il libro riesca a comunicare anche altro, in fondo è un romanzo, un romanzo d'amore che cerca di ridare un lato erotico anche alla condivisione del sapere"."Boussole" è un testo complesso carico di riferimenti letterari, e proprio per questo la vittoria sembrava poco probabile. "Torno da Algeri e da Beirut", ha detto Enard. "Forse Sheik Abderrahmane, il patrono di Algeri, e San Giorgio di Beirut mi hanno dato una mano".Il rito del Goncourt si è celebrato anche quest'anno fra i flash dei cronisti al ristorante Drouant di Parigi.Enard è tradotto anche in Italia dove ha pubblicato "zona", "Via dei ladri" e "Parlami di battaglie, di re e di elefanti".