Terence Davies racconta l'universo intimo della poetessa statunitense