Los Angeles (askanews) - E' presto per dire se sia un vero flop, ma il nuovo "Point Break" sicuramente non ha spaccato nei cinema americani nel primo weekend di programmazione. In pieno ciclone "Star Wars - Il risveglio della forza" il remake del film cult interpretato nel 1991 da Patrick Swayze e Keanu Reeves, ha guadagnato un ottavo posto e dieci milioni di dollari di incassi.Poco per la pellicola diretta da Ericson Core, con Edgar Ramirez e Luke Bracey nei panni di due personaggi che hanno segnato un'intera generazione. Nel film girato in real 3D ritroviamo l'agente dell'FBI Johnny Utah (Bracey) che dovrà infiltrarsi in una gang di ladri spericolatiper sgominarla. Qui conoscerà il capo banda Bodhi (Edgar Ramirez) con il quale inizierà un gioco del gatto col topo. Questa volta però la partita non si svolgerà più soltanto sulle tavole da surf ma toccherà tutti gli sport estremi fino ad un mozzafiato scontro finale.Rispetto all'originale firmato da Kathryn Bigelow cambia anche la filosofia della banda, come ha spiegato il regista. "La filosofia di Bodhi che nel primo film era di rapinare le banche per surfare in un'estate senza fine è molto diversa oggi. Nel mio film Bodhi vuole dare più di quanto prende per rendere il mondo più sostenibile" spiega Core.Tra lanci da aerei in corsa, acrobazie sulla neve, in moto e sulle tavole da surf il film si presenta come un blockbuster spettacolare. Ma non è detto che tanta tecnologia possa bastare a cavalcare ancora l'onda del successo del primo Point Break. In Italia sarà nei cinema dal 27 gennaio.