Milano, (TMNews) - Il gusto oltre i reality televisivi. "GOLA, arte e scienza del gusto", la mostra aperta alla Triennale di Milano fino al 12 marzo, sonda il legame tra piacere e nutrizione, attraverso un percorso in cui arte e scienza dialogano e diventano interpreti interdipendenti di questo imprescindibile piacere umano.Giovanni Carrada e Cristiana Perrella, curatori della mostra"Questa mostra andiamo a scoprire il piacere della tavola oltre le chiacchiere televisivi per scoprire che è una cosa findamentale del nostro cervello"."Gola come tutti i progetti prodotti dalla fondazione Golinelli mette insieme opere di artisti contemporanei ed exhibit scientifici con l'idea che il doppio sguardo offra allo spettatore una esperienza più profonda e complessa".Prodotta dalla fondazione Marino Golinelli, la mostra si articola in 5 sezioni in cui forme d'arte differenti interpretano il rapporto dell'uomo col gusto: I dilemmi dell onnivoro, I sensi del gusto, Buono da pensare, I segreti dei cibi-spazzatura e La ri-costruzione del gusto, sono capitoli di un grande racconto che ha attraversa tutta l'evoluzione. Il video di Andy Warhol che mangia un hamburger (+++imma coperture da 00.02.54 a 00.03.07), proposto dall'artista J rgen Leth nella sezione Buono da pensare, diventa ad esempio uno strumento per capire se esiste davvero un gusto globale. Arte e cibo, due piaceri fusi in un'unica mostra, dunque, proprio nella città dell'Expo 2015 che ha fatto dell'alimentazione il suo tema chiave.