Berlino, (TMNews) - 300 oggetti che raccontano la folgorante carriera del Duca Bianco. La mostra "David Bowie" al Martin Gropius Bau di Berlino ripercorre in particolare gli anni che l'artista ha trascorso nella capitale tedesca. Un periodo breve ma intenso, tra il 1976 e il 1978, in cui hanno preso forma gli album Low, Heroes e Lodger. Per ribadire il suo strettissimo rapporto con la città Ziggy Stardust ha voluto ampliare l'esposizione già presentata a Londra che ne mostra il molteplice talento che spazia dalla musica, al disegno, alla moda."Bowie ha sempre descritto il suo periodo berlinese come quello più felice della sua vita. E' un artista eclettico: ha disegnato e dipinto, si è cimentato con la moda, col design, ha sviluppato un suo stile. Qui ha ritrovato l'ispirazione e si è cimentato con le arti più differenti, non solo con la musica", dice Victoria Broakers curatrice della mostra che starà aperta fino al 20 agosto.Testi di canzoni, costumi, foto, strumenti, film, video, copertine di dischi provenienti dall'archivio privato del performer raccontano l'evoluzione del camaleonte della musica.(immagini AFP