Roma, (askanews) - Uno dei libri più famosi del mondo, "Il Piccolo Principe", arriva al cinema dal primo gennaio diretto da Mark Osborne, che lo ha trasformato in un moderno film d'animazione sperando di appassionare chi non ha mai letto il libro e di far sognare ancora i lettori di ogni età che lo amano da anni per i valori universali che isegna.A prestare la propria voce nella versione italiana ci sono famosi attori, primo fra tutti Toni Servillo che ha doppiato l'aviatore e alcuni hanno raccontato la loro esperienza e il loro rapporto con questa favola senza tempo. Paola Cortellesi ha prestato la sua voce alla mamma:"L'ho letto mi pare a 11 anni, poi nel tempo l'ho riletto perché sentivo che c'era del giusto, che era dalla parte dei piccoli".Stefano Accorsi ha fatto parlare la volpe:"Ho accettato con entusiasmo di doppiare la volpe, perché il ricordo che ho del libro è meraviglioso, e la volpe è un bellissimo personaggio, perché dice delle battute più significative".Alessandro Gassmann è il serpente:"Il serpente è un piccolo personaggio ma a mio parere è uno dei personaggi più presenti nella società moderna. Coloro che non sai esattamente chi sono e da cui dobbiamo ben guardarci".