Belgrado (askanews) - Per vent anni fu una delle dimore più frequentate dal Maresciallo Tito, ha percorso 600mila chilometri di strada ferrata prima dell ultimo viaggio, nel 1980, con il feretro del dittatore comunista che fece il giro della Jugoslavia fra ali di folla. Ora il celebre treno blu è diventato una attrazione per turisti.Dopo quasi trentanni di oblio il convoglio è stato ristrutturato e riportato all'antico splendore e dal 2013 un agenzia di viaggi britannica offre tour esclusivi in Montenegro e in Serbia, con inclusa una giornata intera sullo storico Treno Blu di Tito.Il nome deriva dal colore blu delle carrozze simbolo della vecchia Jugoslavia, che portano ancora lo stemma dei tempi del maresciallo comunista. L'interno è art déco con tappeti e scrivanie in mogano dove Tito lavorava durante i viaggi in treno. A bordo delle lussuose carrozze hanno viaggiato re e leader politici di tutto il mondo in un tempo remoto e in un Paese che non esiste più, fu solo di Tito.(immagini AFP)