Roma, (askanews) - Il giornalista e scrittore Luca Attanasio racconta di bambini stranieri non accompagnati che arrivano in Europa nel suo libro "Il Bagaglio" (Albeggi). Un testo che parla del fenomeno in Italia, con numeri e storie vere:"Mentre facevo queste indagini mi rendevo sempre più conto - ha raccontato in un'intervista ad Afp - della presenza all'interno di questo fenomeno di ragazzini sempre più piccoli e all'inizio magari era più presente il fenomeno dei ragazzini accompagnati da qualche adulto, familiare, purtroppo negli ultimi tempi è esploso letteralmente il fenomeno dei migranti minorenni da soli".Tra il 2013 e il 2015 gli arrivi di minori stranieri non accompagnati in Italia sono aumentati del 10%. Molti cadono vittima di gruppi criminali o della mafia:"Questi ragazzi sono costretti a venire a contatto con la mafia, ad essere gestiti in toto dalla mafia, ad assistere a scene di estrema violenza, a venire loro stessi torturati, picchiati, più e più volte, a vedere compagni morire lungo il viaggio", ha denunciato.Secondo il giornalista, "purtroppo nel peggiore dei casi vuol dire che escono dal circuito perché sono stati già intercettati. O sono addirittura gestiti fin dall'inizio del loro viaggio dalle mafie, che non hanno nessun interesse a farli identificare"."E' una rete molto organizzata che aspetta determinati momenti della vita di questi ragazzini sapendo che sono estremamente fragili. E' una delle tante storie che succedono, diventare spacciatori, essere costretti a prostituirsi, è una delle cose che succedono con grandissima frequenza", ha concluso.(immagini Afp)