Milano (Askanews) - Un nuovo approccio alla formazione post universitaria per realizzare un "cambio epocale". E' questo l'atteggiamento con cui Gianluigi Ricuperati, scrittore e direttore creativo della Domus Academy di Milano, ha lavorato per più di un anno per arrivare alla presentazione del Metaphysical Club, un originale progetto d'insegnamento con docenti scelti tra le personalità più in vista sulla scena internazionale, da Hans-Ulrich Obrist a Gilles Clèment, da Adam Thirwell a Joseph Grima, da Patricia Urquiola a Benedetto Camerana."Abbiamo preso - ci ha spiegato Ricuperati - tredici delle persone più interessanti al mondo in questo momento nell'ambito delle arti, della produzione di conoscenza, della cultura, del design, della moda e dell'architettura e li abbiamo infilati uno dietro l'altro in una tessitura che porterà queste due persone a riunirsi due volte all'anno a Milano o in Italia in posti che cambieranno nel corso del tempo, e incontrare gli studenti, determinare i temi della scuola e fare delle lectures e dei workshop, lavorare con gli studenti e sfregare il loro sapere con la voglia di sapere e di cambiare degli studenti".L'obiettivo è quello di riportare la formazione a dialogare con il contemporaneo, appoggiandosi in primo luogo alle idee, utilizzando l'approccio di uno scrittore, teso quindi alla narratività, come ci ha confermato il direttore scientifico dell'Accademia, l'architetto Italo Rota. "Eravamo convinti - ci ha detto - che bisognasse partire da un'alta narratività e la prima delle narratività sono le storie che rappresentano le vita di ogni studente. Ed è su quel palinsesto che si innesta poi il processo conoscitivo".La forma, molto filosofica, scelta per realizzare questi incontri è quella della conversazione, che da Socrate si trasferisce ora nel contesto della formazione d'eccellenza del XXI secolo. "Io credo - ha concluso Ricuperati - che la conversazione sia un elemento essenziale del processo educativo, conversazione come scambio, come nutrimento reciproco, come eccitazione a partire dalle idee. Guidare la scuola con le idee, con i temi è esattamente lo scopo del Metaphysical Club".