Dopo quasi quattro decadi passate insieme, Ben (john Lithgow) e George (Alfred Molina) decidono finalmente di convolare a nozze in una idilliaca cerimonia di matrimonio nella lower Manhattan. Ma quando George perde il suo lavoro poco dopo, la coppia è costretta a vendere il proprio appartamento e - vittima del feroce mercato immobiliare newyorkese - separarsi temporaneamente finché non sarà possibile trovare una nuova casa più abbordabile. Mentre George si trasferisce insieme a due poliziotti (Cheyenne Jackson e Manny Perez) che vivono al piano sotto di lui, Ben finisce a Brooklyn insieme a suo nipote (Darren Burrows), sua moglie (Marisa Tomei) e il loro temperamentale figlio adolescente (Charlie Tahan) con cui Ben finisce per condividere un letto a castello. Mentre vengono a patti col dolore della separazione, Ben e George sono ulteriormente messi alla prova da tensioni generazionali e capricciose dinamiche familiari generate dalle loro nuove sistemazioni.