L'Avana, 26 mar. (askanews) - Sulle note di Jumpin Jack Flash si è aperto davanti a mezzo milione di cubani lo storico concerto dei Rolling Stones all'Avana. Più in forma che mai Mick Jagger e compagni hanno infiammato i cuori del pubblico facendo ballare l'isola caraibica dove per la musica rock era un tempo all'indice.Il gruppo ha tenuto il suo primo concerto nella capitale dell'isola comunista nel complesso sportivo della Ciudad Deportiva. Una "marea" umana si è riversata anche sulle strade limitrofe, centiania di persone si sono addirittura arrampicate sui tetti per non perdersi lo spettacolo."Sappiamo che anni fa era difficile ascoltare la nostra musica a Cuba, ma siamo qui a suonare", ha detto il leader degli Stones, Mick Jagger, 'arringando' in spagnolo la folla, che lo ha accolto festante, "Penso che davvero i tempi stiano cambiando. Non è vero?".La folla ha risposto in delirio, con persone di ogni età che saltavano e ballavano al ritmo di assoli di chitarra e accompagnando Mick Jagger nell'esecuzione di brani storici, come "Angie" e "Paint it black". I Rolling Stones si sono esibiti gratuitamente in un concerto che resterà nella storia. Uno spettacolo che diventa il simbolo del disgelo tra gli Stati Uniti e l'isola.(immagini AFP)