Milano (TMNews) - Nella finzione scenica sono i protagonisti di una delle storie d'amore più celebri, Artù e Ginevra, nella realtà sono due giovani attori dell'Accademia dello Spettacolo di Torino: Jacopo Siccardi e Marianna Bonansone debuttano al Teatro della Luna di Assago, Milano, nella prima nazionale del musical "Excalibur". È un sogno che si realizza."Quando mi hanno detto che sarei stata Ginevra mi sono sentita andare per terra: mi sarebbe bastato anche far parte dell'ensemble ma è una grande opportunità che mi è stata offerta, sono senza parole"."Anche io ho fatto i salti di gioia, è un ottimo modo di cominciare, è la nostra prima esperienza nel musical professionale: siamo entusiasti e ce la metteremo tutta".Lo spettacolo, scritto e diretto da Mario Restagno e prodotto dalla società cooperativa Teatro dei Sogni, reinterpreta una delle storie fantastiche più conosciute."Non è un semplice musical di intrattenimento ma fa ragionare, ci sono spunti comici presi da Blade Runner e Ritorno al futuro sia frasi di Shakespeare con un approfondimento più maturo. C'è più recitazione rispetto ai soliti musical, le tematiche affrontare sono abbastanza profonde".Il veterano è Gipeto, che interpreta Myrrid, nome celtico di Merlino: la storia è narrata dal suo punto di vista."Il lato interessante di questo progetto era legato alla possibilità che i giovani cominciassero a lavorare tra virgolette, a entrare in uno spettacolo. Merlino è un po' come se fosse tra virgolette alla fine della carriera di mago e decidesse di iniziare i ragazzi alle problematiche della vita: l'amore, il sognare, il lavorare per costruire se stessi. Una specie di iniziatore di giovani promesse come Ginevra e Artù".